Intento di ricerca: cos’é e perché é fondamentale per la SEO

creazione contenuti per il web
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Cos’è l’intento di ricerca?

L’intento di ricerca (o search intent) é il motivo per cui un utente fa una determinata ricerca sul web.

Quando un utente cerca qualcosa sui motori di ricerca il suo obiettivo può essere:

  • visitare uno specifico e determinato sito che già conosce;
  • informarsi riguardo un determinato argomento;
  • compiere un acquisto.

Possiamo quindi suddividere l’intento di ricerca in tre tipi:

  • Ricerche navigazionali;
  • Ricerche informative;
  • Ricerche transazionali (dette anche commerciali).

Ricerche navigazionali

Le ricerche navigazionali sono quelle che l’utente compie quando già conosce il nome del brand o del prodotto ed ha le idee chiarissime su cosa sta cercando. Esempi di ricerche navigazionali sono: Amazon, Zalando, Apple, Gazzetta dello sport, Repubblica, Ryanair, Nike ecc. In tutti questi casi l’intento dell’utente é quello di arrivare ad un sito web specifico che già conosce e la sua ricerca sui motori di ricerca coincide con il nome del brand.

Ricerche informazionali

Le ricerche informazionali sono tutte quelle che l’utente compie per informarsi su un determinato argomento.

Esempi di ricerche informazionali se ne potrebbero fare all’infinito, vediamone alcuni:

  • Che tempo farà domani a Roma;
  • Come perdere peso in poco tempo;
  • Cosa vedere a Barcellona;
  • Che cos’é lo spread;
  • Quando iniziano i saldi;
  • Quali sono i migliori ristoranti di Londra.

L’utente che cerca informazioni sul web, in un primo momento quasi certamente non sarà predisposto all’acquisto, ma in seguito potrebbe trasformarsi in un cliente.

Ad esempio se hai un e-commerce che vende macchine fotografiche essere ben posizionati con un articolo del tuo blog che risponde alla ricerca “quali sono le migliori reflex del 2020” può rappresentare un’ottima opportunità per catturare l’attenzione di potenziali clienti, che magari in questo momento stanno solo valutando quale può essere la macchina fotografica più adatta alle loro esigenze ma che in un secondo momento, quando avranno intenzione di comprarla, probabilmente torneranno sul tuo e-commerce per procedere all’acquisto.

Ricerche transazionali

Le ricerche transazionali o commerciali sono quelle che l’utente compie con l’obiettivo di comprare qualcosa oppure di effettuare una data azione.

Esempi di ricerca transazionali sono:

  • scarpe nike air max;
  • iscrizione newsletter Zalando;
  • creazione account linkedin;
  • app Amazon.

Come hai visto da questi esempi una ricerca transazionale non deve necessariamente presupporre una transazione finanziaria immediata ma può avere anche come obiettivo l’iscrizione ad una newsletter, effettuare un download o la creazione di un account social.

Perchè lo studio dell’intento di ricerca é fondamentale per la SEO?

Lo studio dell’intento di ricerca é fondamentale per chi si occupa di SEO per la definizione di una strategia di Content Marketing, cioè la creazione di un piano editoriale che preveda la creazione di contenuti che vadano ad intercettare le specifiche necessità ed esigenze di un utente tipo.

Sapere qual’è lo scopo della ricerca dell’utente consente di scrivere i testi in base al motivo che spinge l’utente ad effettuare determinate ricerche, quindi ad un utente che fa una ricerca transazionale gli verrà proposta una pagina che gli possa consentire di effettuare una conversione, viceversa ad un utente che si vuole informare su un determinato argomento gli verrà fornito un contenuto informativo.

Conclusione

Hai visto cos’é l’intento di ricerca e compreso quanto sia importante studiarlo per realizzare un buon piano editoriale. Se vuoi ottimizzare la tua campagna SEO il consiglio che posso darti é, oltre a creare sempre contenuti di qualità, quello di scrivere sempre i tuoi testi avendo in mente lo scopo di ricerca del tuo utente tipo.

Se sei interessato all’argomento ti consiglio di leggere anche:

Piano editoriale: cos’è, come si fa e a cosa serve

SEO on-page: 7 fattori che incidono sul posizionamento di un sito

Ottimizzazione off site: cos’é e come funziona

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Contattaci

Richiesta informazioni o preventivo