User experience: cos’è e perché é fondamentale per la SEO

seo+ux
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

L’obiettivo dei motori di ricerca, Google in primis, é quello di fornire le informazioni più pertinenti e utili ai loro utenti ed al tempo stesso offrirgli la migliore esperienza possibile. Da ciò si capisce come SEO e User Experience rappresentino due facce della stessa medaglia e come la loro corretta combinazione possa rappresentare la chiave del successo di un progetto sul web.

Una buona strategia SEO consente di intercettare le richieste degli utenti, portando traffico qualificato al sito, una buona esperienza utente farà in modo che questi utenti possano trasformarsi da semplici visitatori in clienti.

Cos’è la user experience?

Con il termine user experience (UX) si intende le sensazioni, i movimenti, i passaggi, l’esperienza e le modalità in generale con cui gli utenti interagiscono con un prodotto, sistema o servizio (nel nostro caso un sito o una pagina web).

Un sito “usabile” é un sito che mette al centro l’utente e i suoi bisogni e che é stato progettato per rendere quest’ultimi in grado di utilizzarlo in maniera soddisfacente e senza alcun attrito.

Perché la user experience è importante per la SEO?

Google aggiorna continuamente i suoi algoritmi con lo scopo di fornire agli utenti i migliori risultati possibile. Con l’introduzione, nel 2015, di RankBrain é in grado di comprendere come i visitatori interagiscono con il sito e la qualità dell’esperienza utente basandosi su alcune metriche comportamentali come la frequenza di rimbalzo, la durata della sessione media, il numero di pagine visitate ecc.

Quindi ad esempio se molti utenti entrano sul tuo sito ed escono subito per visitare quello di un tuo competitor potresti perdere delle posizioni nei risultati di ricerca.

5 consigli per migliorare la SEO e l’esperienza utente nel tuo sito

1. Ottimizza il title e le intestazioni

Il title e le intestazioni (<h1>, <h2>, <h3>, <h4>, <h5> e <h6>) sono fondamentali per far capire a Google e agli utenti il contenuto della pagina. Un corretto uso delle intestazioni aiuta anche a migliorare la leggibilità del testo.

2. Migliora la leggibilità dei testi

Fai in modo che i tuoi testi siano chiaramente leggibili e comprensibili senza affaticare la vista. Usa un font di dimensione almeno 16 px, utilizza il grassetto e le liste puntate e dividi il testo in paragrafi per evitare l’effetto “muro di parole”.

3. Velocizza il tempo di caricamento delle tue pagine

Un sito lento non piace nè agli utenti nè a Google. Le tue pagine devono essere ottimizzate per la velocità, infatti le statistiche dicono che un sito che carica oltre i 3 secondi rischia di perdere il 50% degli utenti, che faranno “click” sul pulsante indietro non avendo la pazienza di aspettare. Per controllare la velocità del tuo sito puoi usare lo strumento Page Speed Insights di Google.

4. Migliora la navigazione e la struttura del sito

Fai in modo che il tuo menù sia ben organizzato in modo da far comprendere sia ai motori di ricerca sia agli utenti com’è strutturato il suo sito. Cerca il più possibile di rendere fluida la navigazione evitando pop-up e semplificando al massimo tutti i percorsi di navigazione interni così da facilitare la navigazione dell’utente.

5. Ottimizza il tuo sito per il mobile

Il traffico da mobile ormai ha di gran lunga superato il traffico da desktop e avere un sito non correttamente accessibile da smartphone ti farà perdere parte della tua potenziale clientela oltre che posizionamenti sui motori di ricerca. 

Conclusione

Hai visto cos’è la user experience e perché é fondamentale all’interno di una strategia SEO. Ricorda che entrambe vanno sempre a braccetto e che se vuoi ottimizzare il tuo posizionamento sui motori di ricerca e migliorare il tuo tasso di conversione é importantissimo lavorare e curare l’usabilità del tuo sito.

Se vuoi ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca ti consiglio di leggere anche:

Tag Title e Meta Description: cosa sono e come ottimizzarli

Come velocizzare un sito WordPress

SEO copywriting: cos’è e a cosa serve

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Contattaci

Richiesta informazioni o preventivo