Come scegliere un nome dominio efficace

uomo che scrive al computer
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

La scelta del nome dominio é una delle decisioni più importanti da prendere quando si decide di avviare un progetto online. Il nome dominio rappresenta la propria identità sul web e la sua scelta richiede un’attenta analisi e riflessione, così da evitare problemi successivamente.

Come scegliere un nome dominio efficace

Un buon nome dominio deve:

  • essere breve e diretto;
  • evitare, possibilmente, di includere trattini, numeri e articoli;
  • essere facile da scrivere, pronunciare e memorizzare.

Se non si possiede un brand forte si può valutare la possibilità di includere nel nome dominio le parole chiave che descrivono la propria attività e i servizi offerti. Faccio un esempio per spiegarmi meglio, immaginando tu sia il proprietario di un’agenzia immobiliare a Roma un dominio che contiene la parola chiave principale per il tuo settore potrebbe essere agenziaimmobiliareroma.it.

Questo tipo di dominio si chiama exact match domain (dominio a chiave esatta) ed in passato era uno dei principali fattori di posizionamento sui motori di ricerca. Oggi, come affermato anche da Matt Cutts, il responsabile dello sviluppo degli algoritmi di Google, ne é stato ridimensionato il peso come fattore di ranking.

Personalmente, anche se ritengo che la presenza di parole chiave nel dominio in alcuni casi possa ancora favorire il posizionamento di un sito, solitamente consiglio di concentrarsi più sulla creazione di un proprio brand piuttosto che usare un dominio a chiave esatta.

Ipotizzando sempre che tu sia il proprietario dell’agenzia immobiliare di Roma, se un giorno decidessi di estendere la tua attività in altre città o regioni un nome dominio agenziaimmobiliareroma.it ti creerebbe non pochi problemi sia lato brand sia lato SEO.

Quale estensione dominio scegliere?

Una volta scelto il nome devi decidere l’estensione. Puoi scegliere fra le estensioni di primo livello nazionali (ccTLD: country-code Top-Level Domain), come ad esempio .it per l’Italia, .fr per la Francia, .de per la Germania o le estensioni di primo livello generiche (ccTLD: country-code Top-Level Domain) come ad esempio .com, .net, .biz ecc.

Se la tua attività si svolge solo in una determinata nazione, ad esempio l’Italia ed hai solo una clientela locale va benissimo l’estensione .it, viceversa se ti rivolgi anche ad una clientela estera ti consiglio un dominio internazionale, come .com, specifico per le attività commerciali, o .net.

Ricordati che i domini nazionali difficilmente riescono ad ottenere buoni posizionamenti sui motori di ricerca al di fuori del loro territorio, quindi anche se al momento hai un’attività con un pubblico nazionale, ti suggerisco di comprare, se disponibili, pure tutte le estensioni internazionali, così da farti trovare pronto dal punto di vista SEO nel caso decidessi di estendere il tuo progetto all’estero.

Come si registra un nome dominio

Scelto il nome dominio più adatto alla tua attività non ti resta che registrarlo (sperando che sia disponibile). Per farlo ti basta andare sul sito di qualsiasi hosting provider e dopo aver controllato che il nome sia libero (puoi verificarlo sul sito di Aruba) potrai procedere facilmente all’acquisto. Nel caso fossero disponibili, ti consiglio di acquistare tutte le estensioni principali, quindi .it, .com, .net.

Se il nome che avevi in mente di registrare fosse occupato, gli hosting provider ti suggeriranno diversi nomi per aiutarti a trovare un dominio alternativo.

Conclusione

Hai visto alcuni suggerimenti per scegliere un dominio efficace. Nella scelta del nome e dell’estensione tieni sempre conto di un eventuale sviluppo del tuo brand e cerca di ragionare a lungo termine, assicurandoti che il dominio da te scelto possa ben rappresentare la tua attività nel web anche con il passare degli anni.

Se vuoi ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca ti consiglio di leggere anche:

Come ottimizzare le immagini per i motori di ricerca

Intento di ricerca: cos’é e perché é fondamentale per la SEO

Indicizzazione: come indicizzare un sito

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Contattaci

Richiesta informazioni o preventivo